Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Gli Uffici Comunali - Organigramma Servizio Urbanistica ed Ecologia Impianto a biogas - località Padergnone

Impianto a biogas - località Padergnone

Nel 2010 un'azienda agricola ha presentato istanza presso la Provincia di Bergamo volta ad ottenere l'autorizzazione per la realizzazione e l'esercizio di un impianto per la produzione di energia elettrica alimentato da fonti rinnovabili (biogas) in località Padergnone, a Zanica.

 

 

Qual è l'Amministrazione pubblica competente?

Una legge nazionale, il decreto legislativo n. 387 del 2003 (CLICCA QUI icona pdf per scaricarlo) prevede che l'autorizzazione di questi impianti sia di competenza delle Province. Gli altri enti, tra cui il Comune, possono solo esprimere un parere, non vincolante, durante le conferenze dei servizi in cui i vari enti esaminano il progetto e si confrontano su di esso.

 

Che parere ha espresso il Comune di Zanica?

Il Comune di Zanica ha espresso parere negativo, sia nella prima conferenza dei servizi del 23/09/2010 (CLICCA QUI icona pdf per scaricarlo) che nella seconda conferenza del 13/04/2011 (CLICCA QUI icona pdf per scaricarlo) che nella terza conferenza del 04/05/2011 (CLICCA QUI icona pdf per scaricarlo).

 

Cos'ha deciso la Provincia di Bergamo?

Nonostante il parere di contrarietà del Comune di Zanica, la provincia purtroppo ha deciso di autorizzare l'impianto (determina n. 2324 del 18/08/2011, CLICCA QUI icona pdf per scaricarla). Il Comune di Zanica, ritenendo tale autorizzazione illegittima sotto diversi profili, ha deciso di ricorrere presso il T.A.R. (Tribunale Amministrativo Regionale) di Brescia contro l'autorizzazione provinciale. Il T.A.R. di Brescia ha nominato la Facoltà di Agraria dell'Università di Torino e il Centro Ricerche Produzioni Animali di Reggio Emilia quali organismi verificatori, al fine di supportare il Tribunale nella valutazione dei fatti.

 

 

Di seguito sono riportati i principali elementi della vicenda, tutti liberamente scaricabili: